Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="6518"]

Yoga in gravidanza: tutti i benefici per la futura mamma

Ogni momento della vita è perfetto per iniziare a fare yoga, ma la gravidanza lo è ancora di più. 

Lontano dalle immagini circensi che molto spesso i media ci propinano, lo yoga è uno strumento alla portata di tutti, che ci permette di guadagnare consapevolezza, essere più rilassati e forti per affrontare le sfide della vita.

Da yogini e mamma, nel corso dei nove mesi in cui ho atteso l’arrivo del mio bambino ho tratto moltissimi benefici da una pratica yogica costante. Chiaramente quando parliamo di yoga in gravidanza facciamo riferimento a classi specifiche che tengono conto delle particolari condizioni fisiche della donna nel corso dei mesi, dal primo trimestre ai giorni immediatamente precedenti al parto.

Quali sono dunque i benefici dello yoga in gravidanza? Te lo spiego passo dopo passo.

1.Lo yoga ti insegna a gestire respiro ed emozioni

Praticare yoga ti permette di fluire meglio attraverso lo straordinario viaggio di trasformazione che è la gravidanza.

In quei fatidici 9 mesi infatti, le emozioni, i cambiamenti e le scoperte sono all’ordine del giorno. Lo yoga ti insegnerà ad accettare e gestire tutte le emozioni, evitando che possano prendere il sopravvento. Una mamma consapevole, radiosa e rilassata è una donna capace di integrare dentro di sé tutto ciò che sta accadendo senza diventare vittima dei propri stati d’animo, che a volte a causa degli ormoni possono trascinarci in vere e proprie montagne russe emotive. Come? Soprattutto attraverso tecniche di pranayama, ovvero di respirazione, che non soltanto rilassano, ma portano energia nuova a tutto l’organismo. Il respiro è la cartina tornasole di come stiamo emotivamente. Quando siamo arrabbiati, nervosi, preoccupati, il nostro respiro diventa rapido, simile ad un singhiozzo e i nostri pensieri cominciano a viaggiare alla velocità della luce. 

Leggi anche: Bellezza in gravidanza, quali trattamenti si possono fare

I benefici dello yoga in gravidanza

Mamme all’ascolto allora, rallentate. Sedetevi comode, con le mani sulla pancia, lasciando libero l’ombelico e cominciate a respirare in maniera lenta, lunga e profonda dal naso. Le inspirazioni e le espirazioni devono progressivamente rallentare. Quando inspirate immaginate il vostro bambino accarezzato da una ventata di aria fresca e pulita, quando espirate lasciate andare tutte le paure e le preoccupazioni che vi appesantiscono. Questa pratica, fatta quotidianamente, anche per solo 3/5 minuti vi permetterà di ossigenarvi meglio, guadagnare consapevolezza e navigare le onde delle emozioni. Senza affogare.

2. Lo yoga ti aiuta a restare in forma e a preparare il corpo al parto

Già con le prime lezioni noterai quanto la tua postura migliorerà. Con l’aumento del peso infatti il nostro baricentro si sposta e l’assetto della colonna vertebrale cambia. Piccoli esercizi specifici possono aiutarti a ridurre la pressione sul nervo sciatico, diminuire eventuali fastidi alla zona lombare, gestire i problemi digestivi e il reflusso gastrico.

Ogni classe di yoga in gravidanza inoltre aiuta la donna a rafforzare il pavimento pelvico in vista del parto. Che sia naturale o cesareo, nel corso dei 9 mesi a causa del peso e della testa del bimbo, il nostro pavimento rischia di perdere tono ed elasticità. Allenarlo, senza irrigidirlo è semplice e molto utile anche per il periodo del post partum.

3. Ti permette di stabilire un profondo contatto con te stessa e con il tuo bambino

Praticare yoga e meditare ci consentono di prendere contatto con la parte più profonda, autentica e vera di noi stessi. La meditazione è parte integrante del Kundalini Yoga, il lignaggio che pratico e insegno, ed è uno strumento estremamente efficace per connetterci con il nostro potere di donne e di madri. Meditare non significa semplicemente rilassarsi, ma ascoltarsi, senza giudizio, facendo spazio e pulizia nel subconscio, eliminando tutta la spazzatura emotiva e mentale che spesso ci allontana dalla nostra vera e straordinaria essenza. Svuotare la mente ci permetterà di sentire più profondamente tutti i segnali che il nostro corpo e il nostro bambino ci inviano quotidianamente e di stabilire un legame ancora più profondo. Senza parole.

Molti utili in questa direzione sono le meditazioni con i mantra, parole e/o frasi accompagnate da una particolare sonorità che ci consentono di connetterci con la nostra parte più elevata. La voce della mamma è un canale privilegiato di connessione  con il proprio bambino, vibrare dei mantra ci consente di comunicare in uno stato di profonda armonia. 

Giorgia Landolfo (in foto)

Insegnante di Kundalini Yoga e giornalista

Comments

comments

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *