Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Metodo Holding: in cosa consiste l’abbraccio contenitivo

By Posted on

Da tempi ben noti scopriamo quanta importanza ha il contatto fisico nei confronti dei bambini, inteso non solo come contatto tra genitore e figlio, ma anche tra parenti , tra operatori o educatori che trascorrono del tempo giornaliero con loro. Il contatto fisico  genera serenità e sicurezza nei piccoli. Circa 50 anni fa venne creato un metodo da una dottoressa psicoterapeuta americana, Martha Welch. Fu proprio lei a capire per prima che un abbraccio non solo crea benessere e conforto, ma è anche di grande utilità per lenire sofferenze psichiche e fisiche ma soprattutto utile per la gestione delle emozioni non controllate come la rabbia, i capricci, la paura e lo sconforto dei bambini. Questo studio prende il nome di “Metodo Holding” dove holding significa dell’abbraccio.

abbracciare i bambini con il metodo holding

Perché utilizzare il metodo Holding?

La scelta di parlare del metodo Holding è proprio per l’ efficacia riscontrata nella sua applicazione sia come madre che come infermiera pediatrica. Spesso davanti ad un capriccio o davanti alla perdita di controllo del comportamento di mio figlio, perdo il controllo delle mie emozioni e della mia pazienza cadendo nel frequente errore di comunicare alzando il tono della voce e apparendo agli occhi di mio figlio aggressiva ed esausta per il mancato ottenimento del mio obiettivo. Da circa un mese applico il metodo Holding sia a casa che a lavoro e, con estrema incredulità e sorpresa, i risultati sono degni di una vera divulgazione tra noi mamme .

Come mettere in pratica il metodo Holding

Perché l’abbraccio sia efficace, deve essere calmo e sereno, altrimenti si rischia di trasmettere ansia e tensione al bambino. Quando si tratta di un bambino piccolo, meglio accompagnare l’abbraccio con frasi rassicuranti, che suonino alle sue orecchie come un mantra. L’adulto è necessario che sia consapevole e motivato in modo da non cedere di fronte alle prime difficoltà. E’ meno facile di quello che possiamo immaginare perché quando il piccolo è in preda” all’emozioni non controllate” non sempre capisce il bisogno di sentirsi rassicurato, quindi tenterà di divincolarsi, urlerà, piangerà più forte. Se l’abbraccio sarà saldo, alla fine si lascerà andare e si placherà.

E’ un metodo applicabile a tutti?

Sicuramente lo è. Sarà più facile abbracciare i nostri figli finché sono piccoli, crescendo le occasioni per applicare il metodo Holding saranno più rare, più importanti e più complesse da gestire. Ma non per questo il nostro abbraccio deve cambiare, resterà sempre uno strumento di comunicazione e di fiducia verso di noi. Sarà l’occasione che renderà forte il senso di essere genitori e persone pronte a donare il loro amore.

Dunque… Abbracciamoci sempre. 

Comments

comments

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *