Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="6518"]

Gita in barca con bambini: guida su come divertirsi e rilassarsi

Due giorni fa, se mi seguite su Instagram (questo il mio profilo IG), mi avete visto in barca insieme ai miei bambini... tutti e 3, anche il piccolo Ale. Mi sono arrivati tanti messaggi in direct in cui mi chiedevate diverse informazioni e soprattutto se mi sentissi tranquilla considerando che Ale, ma anche Mattia, sono molto piccoli.

Inutile dirvi che, come ogni cosa fatta insieme ai bambini, bisogna organizzare tutto su “misura” per loro.

In Barca con i bambini: Basta un po’ di organizzazione

Mi rendo conto che spesso noi genitori siamo troppo apprensivi e che siamo noi, o meglio la nostra testa, a porre dei limiti più che la situazione reale. Organizzare una gita in barca anche con bambini e neonati, è possibile. E’ il luogo ideale per passare una giornata di divertimento insieme ai più piccoli e di relax. Come? Parola d’ordine: Organizzazione e, ovviamente, sicurezza!

Non si può pensare di trascorrere un‘intera giornata in barca insieme ai bambini senza le dovute precauzioni: Cappellini e crema solare 50+ per i bambini (utilizzo la crema LaRoche Posay) e per la mamma (io utilizzo quella Rilastil sun system con azione elasticizzante). Tanta acqua per tutti e thermos per la pappa e per il latte. Se lo avete, lo scaldabiberon portatile è sempre un ottimo aiuto.

Per Ale mi sono organizzata così: Invece di portare l’intera borsa cambio pannolino, in uno zainetto ho inserito almeno 3-4 pannolini, due cambi abito, un cappellino, due bavaglini, due ciucci, il telo per il cambio e una mussola.

Per Samu e Mattia: Cappellini, costumi di ricambio e qualche snack.

In barca con bambini

Alcune regole da seguire se volete passare una giornata in barca insieme ai bambini

L’organizzazione per trascorrere una giornata in barca insieme ai bimbi prevede anche alcune accortezze. Prima fra tutte, controllare le previsioni marine del giorno e l’altezza delle onde per non rischiare il mal di mare. Meglio evitare tragitti troppo lunghi per non annoiare troppo i bambini e fermarsi dopo max un’ora di navigazione per un bel bagno refrigerante. Noi ci siamo fermati dopo 20 minuti di navigazione, in una delle più belle zone di mare del catanese: Santa Caterina ad Acireale.

Coinvolgete i bambini:

Anche in barca i bimbi possono fare tantissimi giochi. Alcuni esempi? Cercare di avvistare i delfini (Samuele li ha visti qualche settimana fa), i gabbiani, decidere il luogo dove fermarci per fare qualche tuffo, cantare insieme le canzoni che passano in radio, portare qualche giochino, i più grandi, aiutare a guidare la barca. Insomma, i bimbi devono sentirsi partecipi e anche una piccola gita in barca può diventare un’avventura. Con la GoPro si possono fare anche tantissime foto particolari e girare splendidi video subacquei.

Bimbi a bordo: sicurezza in barca

Il giubbotto di salvataggio è obbligatorio per tutti quelli che si trovano in barca. Io consiglio di farlo indossare sempre ai più piccoli (soprattutto se già camminano come Mattia) quando si è in navigazione. Così siamo tutti più tranquilli!

Leggi anche: La nostra crociera sul Baltico insieme ai bambini

Comments

comments

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *