Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Visitare le città del Baltico con bambini: la nostra crociera

Viaggiare è tra le cose che amo più fare. Scoprire nuove città, nuove abitudini, staccare dal quotidiano e cercare un altrove che rimarrà ricordo indelebile. Sono questi e molti altri i motivi per cui mi piace viaggiare. Quando la famiglia si allarga ed i bimbi sono piccoli le prospettive cambiano e quando si progetta un viaggio e bene pensare a quali mete siano adatte a tutta la famiglia. Viaggiare con i bimbi si può e si deve. Per viaggiare con i bimbi in modo che l’esperienza sia positiva per tutta la famiglia è bene scegliere in anticipo la meta ed il tipo di viaggio che si intende fare.

La scelta della meta per viaggiare con i bimbi

Dalla nascita di Federico abbiamo fatto solo delle vacanze in Sicilia, piccole tappe per abituare lui e noi a stare insieme in luoghi che non fossero quelli quotidiani. Quando è nata Costanza ci è sembrato il caso di cominciare ad allungare il passo e spingersi oltre. Da tempo, io e Davide, volevamo visitare il Nord Europa ed abbiamo pensato che il modo giusto per farlo con i bambini sarebbe stata una crociera. Abbiamo quindi scelto l’itinerario Capitali del Baltico di Costa Crociere. Otto giorni di navigazione sul Baltico, dal 2 al al 9 giugno, con la nave Costa Magica, per visitare Tallin, San Pietroburgo, Helsinki e Stoccolma. Tra paesaggi da fiaba ed il sole che sembra non tramontare mai, questo viaggio è stato il primo viaggio importante dei nostri bambini. Il primo viaggio di noi come famiglia. Così, carichi di emozioni, e di valigie, siamo partiti con volo charter diretto Alitalia e ci siamo imbarcati a Stoccolma, non prima di aver fatto uno scalo tecnico a Bari per far salire altri crocieristi.

La nave Costa Magica

Non appena arrivati al porto di Stoccolma siamo stati accolti da Costa Crociere in un Hangar dedicato in attesa dell’imbarco. Le famiglie hanno un imbarco prioritario per cui non abbiamo atteso in fila e siamo entrati subito sulla nave per prendere possesso della nostra cabina. La meraviglia di Federico e Costanza non appena hanno visto la nave attraccata al molo è indescrivibile. Non appena siamo entrati dentro lo è stata, se possibile, ancor di più. Vista con gli occhi di un adulto, invece, devo dire che, a parte la maestosità dell’atrio e la cura dei dettagli, la nave non è proprio una delle più nuove della flotta.  Broccati in ogni dove, eccessivo uso di specchi e decorazioni, ascensori spesso fuori uso e ristoranti situati a mezzo ponte, quindi accessibili solo con le scale,  alle volte abbiamo avuto  qualche difficoltà nel vivere la nave con i bambini.

L’itinerario: Tallinn

A Stoccolma ci ha accolto una gradevole temperatura e sole splendente. Tempo perfetto per assistere all’uscita della nave dal porto dal ponte centrale e vederla  percorrere il golfo di Stoccolma puntellato da stupende isolette immerse nel verde. La mattina successiva siamo arrivati a Tallinn, capitale dell’Estonia. Il centro medievale  è ad un passo dal porto ma, visto il tempo incerto, abbiamo preferito prendere lo shuttle messo a disposizione della Costa  per raggiungere il centro e girarlo da soli con i bambini. Superato un viale centrale, ricco di negozietti tipici, abbiamo superato le mura del borgo e siamo entrati in una vera e propria fiaba. Vicoletti in cui ti aspetteresti di vedere fuggire dei folletti e salvare principesse inseguiti da draghi. Questa è Tallin.Vicoli e vicoletti che nascondono deliziosi locali in cui vieni accolto da personale vestito in costume medievale. Palazzi maestosi che nascondono fabbriche di cioccolata.  La visita di Tallin ci ha lasciato tanto stupore e grande meraviglia. In mezza giornata siamo riusciti a visitare tutto il centro storico. In tempo per ritornare in nave, fare un riposino ed andare a pranzare.

Tallinn crociera sul Baltico con bambini

Tallin crociera sul Baltico con bambini

Tallin visita centro storico
Seconda tappa: San Pietroburgo

La regina di questo percorso sul Baltico è lei: San Pietroburgo. Due giorni per visitarla sono pochi ma che assaggio! Il consiglio che vi do è di munirvi di giacche a vento pesanti e di prenotare l’escursione. La città è troppo grande per pensare di visitarla da soli, soprattutto se viaggiate con i bambini. I ritmi sono stati serrati ed hanno messo a dura prova Federico e Costanza ma ne è valsa la pena. Il primo giorno l’abbiamo dedicato a visitare la fortezza di Pietro il Grande, La chiesa di San Nicola e La Chiesa del sangue versato con le sue caratteristiche cupole. Poi una gita in battello sulla Neva dove abbiamo ammirato l’incrociatore russo Aurora che soccorse i Messinesi durante il terremoto del 1908. Nel pomeriggio visita ad alcune tappe della metropolitana e alla reggia estiva di Pietro il grande. Un veloce giro sulla prospettiva Nievskj ha concluso il primo giorno di visita. Il secondo giorno lo abbiamo dedicata alla visita dell’Hermitage. Ovviamente abbiamo visitato solo una minima parte del museo ma ciò che abbiamo visto lo ricorderemo per tutta la vita. Unica pecca: per accedere dal magnifico scalone centrale alle stanze del museo… non c’e’ ascensore. Quindi ci siamo caricati bambini e passeggini e abbiamo arrancato per lo scalone non certo con la grazia di una dama di corte. Ps: i passeggini in viaggio salvano la vita! portateli sempre dietro se viaggiate con bambini da 0 a 6 anni.

San Pietroburgo Chiesa di San Nicola

visitare le città del Baltico con bambini San Pietroburgo

Hermitage-visitarlo-con-bambini

Visitare l'Hermitage con bambini
Helsinki

Dopo i 2 giorni a San Pietroburgo tocca ad Helsinki riempirci di meraviglia. Anche questa città è possibile visitarla da soli usando la shuttle per arrivare in centro. Va assolutamente visitato il mercato vicino al porto dove potete sbizzarrirvi nello scattare foto allo skyline impreziosito da un’enorme ruota panoramica ed aggirarvi tra le bancarelle che offrono prodotti dell’artigianato locale e cibarie varie. Mai avrei pensato di assaggiare salmone alla griglia e patate alle 10 del mattino.. ma l’ho fatto… Fatelo anche voi se volete assaggiare un salmone come Dio comanda. Se poi volete addolcire la bocca niente di meglio che un cestino di favolosi mirtilli. Dopo esservi rifocillati potete cominciare la visita della città. Addentrandovi nelle stradine del centro  troverete tantissimi negozi dove fare i vostri acquisti. Io ho adorato Piironki, negozio di oggettistica in stile nord europeo e Oma Puoti dove potete acquistare artigianato locale di alto livello. Altro negozio consigliato per fare acquisti è Kuusi collective.

Helsinki viaggiare con bambini

Ultima tappa: Stoccolma

Il nostro viaggio si è concluso con una tappa di un giorno e mezzo a Stoccolma. Se riuscite, puntate la sveglia alle 4 del mattino, il solo sarà già alto e potrete assistere all’entrate in porto della nave e ammirare l’arcipelago di isolette che circondano il porto di Stoccolma e osservare i cigni che si posano sull’acqua indisturbati. Anche qui abbiamo deciso di goderci la città da soli per assecondare i ritmi dei bambini. Complice un sole splendente ed una gradevolissima temperatura abbiamo visitato il centro storico con tappa alla reggia dove, a mezzogiorno, abbiamo assistito al cambio della guardia. Poi giro di shopping con i bimbi che zompettavano allegri e felici come se fossero sempre vissuti a Stoccolma. Complice il fare rilassato degli Svedesi, le via principali inibite al traffico di veicoli ed il sole splendente, devo dire che ci siamo goduti appieno questa città tanto che i bambini non ne volevano sapere di tornare sulla nave.

porto Stoccolma

Crociera città del Baltico con bambini Stoccolma

Visitare le città del Baltico con bambini, i consigli utili 

Il nostro primo viaggio da famiglia è andato alla grande. Federico e Costanza hanno gradito il volo in aereo e la crociera come se fossero dei provetti viaggiatori. Per rendere gradevole viaggiare con i bambini sono necessari alcuni accorgimenti. Scegliere mete  che siano compatibile con le esigenze dei bambini. Evitare escursioni e gita troppo lunghe. I bambini hanno bisogno di riposare ed avere, quanto più possibile, anche in viaggio, ritmi regolari. Passeggini sempre dietro. Indispensabili per non rischiare l’ernia al disco portando tra le braccia, infanti di 18 chili addormentati. Borsa sempre piena di snack, acqua, gioco preferito dai vostri bimbi ammennicoli vari. Cercare sempre ristoranti che abbiano un menù semplice adatto ai nostri figli.

Consigli utili per prenotare una crociera sul Baltico

Se state considerando anche voi di prenotare una crociera per le prossime vacanze vi consiglio di prenotare con largo anticipo per risparmiare diversi soldini. Noi abbiamo prenotato la nostra vacanza a Novembre del 2017. Se potete. inserite nel pacchetto l’all inclusive per le bevande se non volete spendere 6 euro per una bottiglietta d’acqua. Se con questo post vi ho convinti a visitare le città del Baltico con bambini, ricordatevi che affronterete 4 città e 4 climi diversi per cui dovrete portarvi un pò di tutto: dalla t-shirt a maniche corte al piumino. impermeabile e cappelli. Noi siamo passati dai 25 gradi di Stoccolma ai 9 gradi di San Pietroburgo. Verificate se, sul volo charter, sia compreso il pranzo, spesso non lo è per cui è necessario far mangiare i bimbi prima del volo o comprare un panino in aeroporto. Qualsiasi sia la meta a cui state pensando per le prossime vacanza, dalla mia esperienza, vi posso dire che viaggiare con i bimbi è faticoso ma stupendo. Vedere la meraviglia nei loro occhi, lo stupore di conoscere nuovi mondi, i ricordi indelebili che serberanno nei loro cuori sono impagabili e vi ricompenseranno di ogni fatica. Quello appena trascorso spero sia il primo di tanti viaggi che miei figli faranno in giro per il mondo. Perchè solo con il confronto con le altre culture si può costruire la propria identità. Affinchè il mondo sia la loro casa ovunque loro andranno.

 

Comments

comments

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *