Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="6518"]

Conoscere la propria personalità attraverso la scrittura

Immaginate di entrare in una stanza piena di gente, magari una festa, e pensate a come vi comportereste se foste da soli… cerchereste subito un angolino dove stare in disparte a guardare gli altri che si divertono? Con naturalezza cerchereste di socializzare oppure puntereste tutto sulla vostra personalità mettendovi al centro dell’attenzione? Esattamente come accade nella vita quotidiana, il modo in cui gestiamo lo spazio del foglio su cui scriviamo rivela tanto della nostra personalità.

Cos’è la grafologia

La Grafologia è una materia che studia la scrittura e da questa trae le indicazioni per conoscere e tracciare il profilo di personalità dello scrivente. La metodologia d’indagine parte dal presupposto che la scrittura, superate le fasi dell’apprendimento, diventa un processo automatico e unico per ogni individuo, poiché uniche ed esclusive sono le esperienze emozionali degli individui. Da queste premesse deriva la possibilità di interpretazione della scrittura per la descrizione della personalità umana. Non solo la scrittura in se, ma anche i disegni e  gli scarabocchi sono comportamenti che parlano dell’uomo nella sua individualità, nelle sue potenzialità espresse e non, delle sue caratteristiche intellettive e emotive. Per poter studiare una scrittura e trarne un ritratto di personalità l’analisi è minuziosa: come viene gestito lo spazio-foglio, ovvero com’è l’impaginazione? La scrittura invade tutta la pagina senza lasciare margini e c’è poco spazio tra un rigo ed un altro?

Come conoscere la personalità di qualcuno attraverso la scrittura

In questo caso probabilmente lo scrivente è impulsivo, poco incline a valutare le situazioni con razionalità, oppure potrebbe trattarsi di una personalità molto creativa. I margini, poi, hanno un significato specifico : il margine superiore indica il modo in cui gestiamo o subiamo il peso dell’autorità, se abbiamo o no interiorizzato il rispetto gerarchico: se la scrittura è molto rigida probabilmente lo scrivente sente molto il peso di un SuperIO esigente con problematiche legate all’inibizione e alla fragilità personale.

Al contrario, se la scrittura mostra segni di vivacità e  fluidità allora il soggetto avrà interiorizzato il rispetto per l’autorità e per le regole. Il margine sinistro invece ci da informazione sul rapporto passato/futuro: un margine sinistro molto piccolo o assente ci da informazioni su un attaccamento eccessivo alla famiglia e ai valori e quindi ad una probabile difficoltà a raggiungere l’autonomia; al contrario se molto grande potrebbe indicare  fuga dal proprio passato, capacità reale di autonomia. Il rigo, poi, può essere analizzato in tre parti: la parte mediana o centrale ci da informazioni in merito alla nostra autostima, al nostro Io e all’affettività; la parte superiore che ci da informazioni sui nostri ideali, le nostre aspirazioni; una parte inferiore indice della nostra istintualità, delle nostre radici. Bisogna valutare anche come la scrittura si “muove” su rigo, con che pressione viene esercitata, ecc…

Insomma sono davvero moltissimi i particolari della scrittura che vanno analizzati nel loro insieme, ovvero nel modo in cui si completano e si compensano.  Come potete immaginare, dunque, analizzare una scrittura non è cosa semplice poiché come ogni personalità è complessa e unica, allo stesso modo lo è la nostra scrittura. Per questo motivo la grafologia viene impiegata anche per effettuare la selezione del personale ma anche per valutare l’affinità di coppia. Per concludere , sebbene ci siano ancora moltissime cose da dire, oggi vi propongo un semplice test da fare a qualsiasi età: lo scarabocchio (Rocco Quaglia Il Disegno dello scarabocchio, Ed. Sharòn). L’esecuzione è semplice: prendete un foglio bianco e una matita; adesso sentitevi liberi di fare qualsiasi tipo di scarabocchio.

Come interpretare lo scarabocchio? Ecco alcune indicazioni:

Come viene utilizzato lo spazio? Gli scarabocchi ampi che utilizzano tutto il foglio indicano un desiderio di socievolezza, un bisogno di agire e ciò presuppone una buona fiducia in se stessi ed una buona immagine di sé; al contrario scarabocchi circoscritti o poco ampi indicano personalità timide e incerte, immature.

Forma e forza dello scarabocchio. Se il tratto è marcato e spesso indica una forte capacità d’azione e dinamismo; se leggero invece indica una fragile volontà d’azione.

Se , poi, lo scarabocchio presenta interruzioni, variazione di pressione e discontinuità allora probabilmente lo scrivente tende a chiudersi e a nascondersi. Ancora, il tentativo di annerire tutto il foglio rappresenta una negazione, cioè negarsi la possibilità di instaurare relazioni con gli altri, cancellare la propria immagine per accettarsi in base alle etichette sociali.  Infine, se sono presenti disegnini, forme che si ripetono uguali a se stesse, figure geometriche,ciò è indice di una personalità ordinaria e convenzionale, la volontà di dare un’immagine di sé in base alle aspettative degli altri.

Questo semplice test è un modo per divertirsi e allo stesso tempo conoscersi un pochino meglio, ma per avere un ritratto completo e veritiero bisognerebbe effettuare un’analisi approfondita della scrittura.

Al prossimo articolo.. e perché no?! Al prossimo test !

Qui un video divertente

Comments

comments

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *