dashblog logo
Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Lush per il sociale:signoflove per i diritti degli omosessuali

Chi, a Luglio, ha assistito, in televisione, ai campionati del mondo di atletica leggera ucraini, conosce già il clamore che hanno fatto, in tutto il pianeta, le legge omofobe che il governo russo ha da poco varato e che hanno condizionato tutto il corso dei campionati mondiali.
L’eco delle dichiarazioni della atleta olimpica russa Elena Isinbaeva, a favore delle leggi omofobe e la reazione delle colleghe atlete contro le affermazioni della suddetta, hanno destato l’interesse dell’attenzione pubblica e creato un movimento di indignazione globale contro la politica russa in fanno di diritti riguardanti gli omosessuali.
In occasione dell’inizio del G20, che ha aperto i lavori oggi a Mosca, la casa cosmetica cruelty free Lush, insieme all’associazione “All out” ha lanciato  la campagna globale #SignOfLove per i diritti delle persone omosessuali in Russia attraverso una petizione online ed un’iniziativa di sensibilizzazione sui social network.
“ALL OUT” mira al raggiungimento di un milione di firme alla petizione online rivolta al presidente russo Putin, ai politici russi ed si leader mondiali
“Ci uniamo ai cittadini Russi che stanno chiedendo al loro governo di cessare la repressione contro le persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali che sta alimentando la violenza omofobica Sollecitiamo i leader Russi e di tutto il mondo a lavorare per eliminare tutte le leggi contro gli omosessuali e di proteggere tutti i cittadini russi dalla violenza e dalla discriminazione” recita il testo della petizione.
In queste stesse ore la Lush sta incoraggiando tutti a manifestare la propria solidarietà postando sui vari social network un autoscatto in cui compaia il simbolo di un triangolo rosa disegnato con il rossetto usando gli hashtag #SignOfoLove e #Russia4Love.
Il triangolo rosa rovesciato è un simbolo globale dei diritti dei LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali).
Usato dai nazisti per “marchiare” e identificare le persone omosessuali rinchiuse nei campi di concentramento, oggi il #SignOfLove simboleggia i diritti degli omosessuali.
Il 3 Settembre scorso, ALL OUT, ha organizzato uno SpeakOut mondiale di proteste per riunire migliaia di persone in piazza con l’obiettivo di far pressione sui leader mondiali e su Putin per far abrogare le leggi anti-gay in Russia.
Per supportare ulteriormente la campagna è possibile trovare lo SpeakOut più vicino o fare il Check in con Fourquare all’ambasciata russa, oppure cambiando la localizzazione su Roma, cercando “Ambasciata Russa” e taggando la propria foto con il triangolo rosa.
La campagna durerà fino a domani, 6 Settembre in tutte le botteghe Lush Italia.
“In Lush crediamo che l’individualità, la diversità e la libertà siano valori per cui valga la pena lottare – ha commentato Hilary Jones, Diretto Etico di Lush – Noi sosteniamo la comunità gay che da sempre lotta per la propria accettazione universale. L’amore è il nostro bene più prezioso e non dovrebbe mai essere combattuto dalla legge”. 
Io ho già firmato, spero che chi ci segue e legge questo blog faccia altrettanto.


Simona Aiello

Comments

comments

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *