dashblog logo
Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Bucatini freschi “sicilia bedda”

Questo piatto l’ho “inventato” qualche giorno fa prendendo spunto da una confezione di bucatini freschi comprati alla Lidl. La pasta lunga non è tra i miei formati di pasta preferiti ma la confezione mi aveva proprio ispirato per cui ho pensato a come potevo esaltarli al meglio con una ricetta originale che ricordasse i sapori della mia bella Sicilia, da qui il nome “sicilia bedda” che ho dato alla ricetta.
Ingredienti per 2 persone
250 gr di bucatini freschi
1 fetta di pesce spada tagliata spessa
10 pomodorini piccadilly
un barattolino di pesto di pistacchio
olio evo.

Preparazione

Versate abbondante acqua in una pentola per cuocere la pasta e salatela. Non appena arriva a bollore buttateci la pasta e seguite le indicazioni di cottura riportate nella confezione.
Mentre l’acqua per la pasta è sul fuoco, lavate i pomodorini e tagliateli a metà, tagliate a dadini la fetta di pesce spada e ponetala da parte.
Scaldate un pò di olio evo in una padella capiente e non appena sarà a temperatura buttateci i pomodorini salateli e fateli leggermente appassire. I pomodorini non devono seccare troppo in padella ma devono avere giusto il tempo di rilasciare i loro liquidi sul fondo. Aggiungete i cubetti di pesce spada e cuocete 5 minuti. Se il fondo di cottura dovesse asciugare troppo aggiungete un mestolino di acqua calda. Non appena il pesce sarà cotto potete aggiungere il pesto di pistacchio da lasciare insaporire solo qualche minuto. Scolate i bucatini al dente avendo cura di mettere da parte qualche mestolo di liquido di cottura. Aggiungete la pasta nella padella con il sugo e fate mantecare aiutandovi con il liquido di cottura per dare viscosità alla preparazione e legare il tutto.
Come avete visto questo è un piatto facile e veloce da preparare anche per una cena tra amici.
Buon appetito.
Trucchetto furbetto. Se non trovate il pesto di pistacchio potete sostituirlo con il classico pesto genovese avendo cura di scegliere quello senza aglio per non coprire il delicato sapore del pesce spada.

Comments

comments

1 Response
  • sabrys
    10 . 10 . 2012

    ricettina interessante ^^

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *