Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="6518"]

Weekend a Vienna con la famiglia, ospiti al Park Hyatt hotel

Lo scorso weekend siamo partiti per una meta che sognavamo di visitare da un po’: la bellissima capitale dell’Austria, Vienna. Prima di programmare il viaggio mi sono documentata per bene per capire quando sarebbero stati allestiti i bellissimi mercatini natalizi che ogni anno riempiono di luci la città. Avevo infatti voglia di respirare quella magica aria natalizia che rende Vienna ancora più bella. Così due mesi fa, abbiamo prenotato i voli e progettato i nostri tre giorni nella capitale.

Alloggiare al ParkHyatt di Vienna

A rendere la nostra vacanza perfetta ci ha pensato il bellissimo ParkHyatt hotel Vienna situato in uno dei quartieri più conosciuti della città. Abbiamo soggiornato in una bellissima guest room con tanto di vista sui palazzi viennesi e, ad attenderci, una serie di cadeaux per me e per Samuele (Mattia è rimasto a casa con i nonni) dal sapore natalizio e frutta fresca. Ogni dettaglio, in camera, è curato nei minimi particolari: Prodotti per il corpo selezionati, bagno in marmo, accappatoi pronti a riscaldarci anche per le visite alla Spa, musica in filodiffusione e Tv satellitare con canali italiani. L’hotel inoltre vanta di una posizione ottimale per potersi muovere in centro tranquillamente a piedi o per spostarsi con la metropolitana grazie alla fermata a pochi metri di distanza (linee U3, U4). I servizi come la colazione e la spa sono pensati anche per le famiglie con bambini: la vasta scelta di prodotti tra croissant, pane ai cereali, uova, bacon, frutta fresca e smoothie, risponde a tutte le esigenze. In spa è possibile l’ingresso in piscina anche ai bambini. Per noi adulti vi è a disposizione anche una bellissima sauna ed una zona relax dotata di tutti i comfort. Struttura elegante ed eccellente sotto ogni punto di vista che consiglio a chi vuole concedersi una coccola in un particolare periodo dell’anno.

parkhyatt-hotel-vienna-camera-con-vista
viaggio in famiglia a Vienna
stanza parkhyatt hotel di Vienna

I mercatini natalizi di Vienna

In giro per la città, quest’anno a partire da giorno 16 novembre, una serie di mercatini natalizi che offrono i più svariati oggetti: dall’artigianato al food, dalle giostrine per bambini alle piste di pattinaggio. Tappa imperdibile, sebbene sia uno dei mercatini più “commerciali” della città, il mercato di Rathausplatz nella piazza di fronte al municipio di Vienna. Le sue luci rappresentano l’icona di tutti i mercatini della città e non si può non visitare. A differenza degli altri mercatini che trovate in giro nei vari quartieri, questo è molto più grande e dispersivo. Per questo vi consiglio di fare un giro nei mercatini più piccoli dove troverete sicuramente degli oggetti più particolari e ricercati. Proprio di fronte al nostro albergo Parkhyatt, un altro dei mercatini della città: Am Hof, dove ho avuto modo di fare shopping, ma anche il mercatino in Michaelerplatz o il mercatino Altwiener markt dove ho trovato dei giochini in legno, perfetti per i bimbi.

mercatini natalizi di Vienna
weekend a Vienna ospiti al parkhyatt hotel
biscotti decorati natale a vienna
brezel mercatini di natale a vienna
mercato natalizio di rathausplatz a vienna
mercato di natale a Vienna
decorazioni natalizie ai mercatini di Vienna
palline decorate a mano mercatini di Natale Vienna
mercato di Natale Rathausplatz

Cosa vedere a Vienna se si viaggia con bambini

Con i bambini bisogna sicuramente adattarsi: mi sarebbe piaciuto vedere i tanti musei sparsi per la città come il Belvedere o il museo Albertina, ma, avendo Samuele, abbiamo preferito fare un giro completo della città e vedere i principali monumenti: il duomo di Santo Stefano, la Biblioteca Nazionale Austriaca, Hofburg, Michaelerkirche e il bellissimo palazzo di Shonnbrunn.

duomo di Santo Stefano a Vienna
parkhyatt hotel di Vienna
Vienna a Natale
Natale 2019 a Vienna
Weekend a Vienna Natale 2019
Café Demel Vienna
Hofburg Vienna

Proprio la visita alla residenza di Shonnbrun ci è stata offerta da Musement. Tra le tante visite che Musement propone a Vienna abbiamo scelto la visita guidata al castello con tanto di concerto di musica classica la sera. Inutile dirvi la maestosità e la magia che abbiamo respirato mentre visitavamo gli appartamenti imperiali. L’audioguida ci ha permesso di conoscere tutte le curiosità che hanno destato l’attenzione anche di Samuele. La sera del concerto, per l’occasione, io e Samu ci siamo messi “in tiro” indossando degli abiti più eleganti, Samu ha indossato un bellissimo completo firmato Polo Club St Martin ed io i bellissimi stivali Corbelli modello Dorina (a proposito, in questo momento potete approfittare dei saldi per il black friday!). Esperienza indimenticabile che ci porteremo sempre nel cuore. Una volta a Shonnbrun non potete perdere i bellissimi Giardini Imperiali con il loro vastissimo parco e la Palmenhaus, una serra ubicata all’interno del parco del castello di Schönbrunn. Insieme ai Kew Gardens e alla Palmengarten, è la più grande del suo genere in Europa.

Orangerie concerto di musica classica a Vienna
Castello di Shonnbrun
palmenhaus Vienna
weekend a Vienna con la famiglia visita a Palmenhaus
Castello di Shonbrunn

Vienna: eleganza e golosità

Vienna è eleganza, sfarzo, oro bianco e azzurro. E’ passeggiare tra le strade principali della città per ammirare i bellissimi palazzi di fine ‘700 della RingStrasse e assaggiare le sue specialità culinarie. Tappa imperdibile è sicuramente l’Hotel Sacher e il Café Sacher dove gustare la famosa torta austriaca o, in alternativa, assaggiarla al Caffè Demel che pare essere il diretto competitor.

L’atmosfera che si respira all’interno del caffè Sacher, con i suoi arredi rosso borgogna, è qualcosa di magico e regale. Un locale family friendly che ha pensato di regalare a mio figlio un libro con disegni vintage da colorare. Attenzioni che di certo fanno apprezzare ancora di più il servizio. Una fetta di torta sacher costa intorno ai 7,90€.

Doveroso assaggiare la tipica cotoletta viennese, la “wiener schnitzel” che noi abbiamo gustato sia da Figlmuller (dove vi consiglio di prenotare tramite il sito stesso perché c’è una lunga fila e rischierete di non trovare posto, ma soprattutto vi suggerisco di fare un giro nella bellissima galleria Wollzeille, piena di negozi dove trovare deliziosi souvenirs); che da Glacis Beisl, dove trovate tantissimi altri piatti tipici. E ancora gulasch, bretzel dolci o salati, strudel di mele o buonissimi krapfen ripieni di crema o marmellata. Insomma, Vienna è una delizia per gli occhi e per il palato. I ristoranti sono piuttosto cari, come tutta la città. Per me è una di quelle capitali da visitare almeno una volta nella vita.

Per questo viaggio, che conto di rifare presto, magari quando saremo in 5, ringrazio l‘hotel ParkHyatt Vienna per averci ospitato, Musement per averci garantito le visite più belle della città e l’ente del turismo di Vienna che ci ha permesso di muoverci liberamente grazie alla Vienna City Card, una card che offre diversi vantaggi come quello di muoversi in città usufruendo dei trasporti pubblici, del transfert in aeroporto (col trenino CAT, che dall’aeroporto ti porta direttamente in città, alla fermata della linea verde Mitte- LandStraBe), di sconti ai musei e di visite guidate. Sul sito ufficiale trovate tutte le info della Vienna City Card (all’aeroporto trovate anche l’info point per i turisti ma attenzione perché chiude alle ore 22, in alternativa, per poter ritirare la card, potete recarvi ad Albertina Platz come abbiamo fatto noi).

Street art sul Danubio a Vienna

biblioteca nazionale austriaca
Café Sacher di Vienna

Comments

comments

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *